Vi proponiamo un interessante articolo scritto dal nostro collega Ing.Emanuele Triches per parlarvi di uno dei pochissimi passi, se non forse l’unico, che è stato fatto dalla politica verso la prevenzione: mi riferisco al SismaBonus, introdotto con il Decreto Ministeriale numero 58 del 28.02.2017 e subito modificato con il Decreto Ministeriale numero 65 del 07.03.2017.

Nel 2017 ha visto finalmente la luce il SismaBonus. Nel Decreto viene inserito un corposo incentivo fiscale per chi intendesse rendere più sicura la propria casa, il cui costo dei lavori sarà quasi interamente rimborsato dallo Stato.

La prima fase prevede l’analisi della situazione, da parte di tecnico abilitato, della propria abitazione. Le spese di diagnosi sono a costo zero.

Il passo successivo sarà quella di definire gli interventi correttivi. In sintesi, non sarà necessario realizzare interventi costosi e complessi per adeguare alla normativa antisismica il fabbricato, si richiederà solamente di renderlo più sicuro di quanto non lo sia oggi. Se è vero che far diventare antisismico un edificio antico possa risultare estremamente oneroso, limitarsi a realizzare quei piccoli interventi che lo rendano abbastanza sicuro da salvare le nostre vite in molti casi potrebbe essere relativamente semplice ed economico […]

Continua a leggere […]